Scuola politica Befree 28 agosto - 1 settembre 2015

V Edizione della scuola estiva di Befree: Memorie di Futuro Casa internazionale delle donne - Roma

#befreefromviolence

esposizione 2 ottobre Spazio Factory Pelanda (ex Mattatoio) Testaccio

#befreefromviolence

esposizione 2 ottobre Spazio Factory Pelanda (ex Mattatoio) Testaccio

#befreefromviolence

esposizione 2 ottobre Spazio Factory Pelanda (ex Mattatoio) Testaccio

#befreefromviolence

esposizione 2 ottobre Spazio Factory Pelanda (ex Mattatoio) Testaccio

#befreefromviolence

esposizione 2 ottobre Spazio Factory Pelanda (ex Mattatoio) Testaccio

#befreefromviolence

esposizione 2 ottobre Spazio Factory Pelanda (ex Mattatoio) Testaccio

#befreefromviolence

esposizione 2 ottobre Spazio Factory Pelanda (ex Mattatoio) Testaccio

#befreefromviolence

esposizione 2 ottobre Spazio Factory Pelanda (ex Mattatoio) Testaccio

 

IL PARLAMENTO APPROVI IL MATRIMONIO PER TUTT*

 

lostessosiLogo

 

CORTE STRASBURGO / ASSOCIAZIONI: IL GOVERNO NON IMPUGNI LA SENTENZA.
IL PARLAMENTO APPROVI IL MATRIMONIO PER TUTTI
Le associazioni italiane LGBTI e tutte le associazioni impegnate sul terreno delle libertà civili, che aderiscono alla Campagna #LoStessoSì, all’indomani della sentenza della Corte Edu che condanna lo Stato italiano per la violazione dell’articolo 8 – il diritto al rispetto per la vita privata e familiare – della Convenzione europea dei diritti umani, esprimono preoccupazione per l’inerzia di un legislatore che colpevolmente, al di là del colore politico, non ha saputo sino ad oggi riconoscere dignità sociale alle relazioni familiari delle persone omosessuali.
 
Chiediamo che il Governo italiano si pronunci, in modo inequivoco e coerentemente con gli impegni assunti dai propri esponenti nel corso di questi mesi, dichiarando di rinunciare alla impugnazione della decisione, mediante acquiescenza.
Chiediamo altresì che il Parlamento italiano introduca senza ritardi una legge che garantisca alle coppie dello stesso sesso la protezione della vita familiare mediante l’estensione del matrimonio civile, l’unico istituto che garantirebbe realmente la piena uguaglianza tra tutti i cittadini e le cittadine.
Lo Stato italiano sarà da oggi sotto osservazione da parte dell’Assemblea dei Ministri del Consiglio d’Europa, ma anche le associazioni continueranno a vigilare, perché non vengano introdotte forme di discriminazione in materia di diritto di famiglia.
D’ora in avanti il colpevole immobilismo delle istituzioni provocherà per lo Stato l’obbligo di risarcire ogni singola persona o coppia omosessuale vittima di violazione del diritto fondamentale alla vita familiare. Risarcimenti che peseranno sulle casse dello Stato e sulle tasche di ogni singolo cittadino costretto a pagare per l’inerzia della classe politica. Noi ci impegneremo a promuovere e sostenere tutte le relative azioni giudiziarie.

#LoStessoSì



Agedo
Anddos
Antéros LGBTI Padova
Arci
Arcigay
Arcilesbica
Associazione Radicale Certi Diritti
Associazione Attivisti Gay Harvey Milk Onlus Ascoli Piceno
Avvocatura per i Diritti LGBTI – Rete Lenford
Azione Gay e Lesbica
Befree, cooperativa sociale contro tratta, violenza e discriminazioni
CILD – Coalizione Italiana per le Libertà e Diritti Civili
Circolo Tondelli  Bassano del Grappa
Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli
CondividiLove
Cooperativa Befree
Coordinamento Torino Pride
Diversity
Edge – Excellence & Diversity by GLBT Executives
Equality Italia
Famiglie Arcobaleno
Gay Center
I Mondi Diversi
La Fenice Gay
L. Arcobaleno – LUISS Students Association
LoveOutLaw
Polis Aperta
Progetto Prisma
Rete Genitori Rainbow

Pigneto Città Aperta 2015

Pigneto città aperta 2015 

Edizioni Alegre e Associazione Berenice
presentano:
22 MAGGIO ore 18:30
Trattate male.
Sogni e paure delle più belle del reame
di Laura Bastianetto, Valerio Chiola
 
Intervengono:
Valerio Chiola/disegnatore
 l’avv. Carla Quinto
Francesca De Masi/ cooperativa Be Free
 
 
 
23 MAGGIO 

ore 18:30
Il terzo libro bianco 

sul razzismo in Italia
a cura di Lunaria
Intervengono:
Serena Chiodo/ tra le autrici/Lunaria
Carla Cappanera/ Casa dei diritti sociali
vi aspettiamo presso la Libreria Alegre
Circonvallazione casilina 72-74
ALEGRECITTAPERTADEFIN

Cronaca di uno sgombero. O di come si demoliscono le vite.

foto da internazionale

(Foto tratta da articolo de Intenazionale)

Ieri mattina 11 maggio alle 9.00 del mattino la polizia municipale di Roma Capitale,
insieme a Forze dell’Ordine, Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Roma,
Asl, si è presentata davanti alla baraccopoli di Ponte Mammolo, insediamento abitato
da persone eritree, latinoamericane e dell’est Europa, per effettuare uno sgombero
che fin dai primi momenti ha manifestato tutta la sua violenza, lasciando un segno
indelebile non solo nella vita degli abitanti del posto, ma anche nel sistema delle
politiche sociali e dell’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati del Comune di
Roma, già profondamente carente e di recente investito degli scandali di Mafia Capitale.

Presentazione “Fare e disfare il genere”

“Fare e disfare il genere”.
Vulnerabilità, riconoscimento e possibilità in una prospettiva di trasformazione.

figuraSfondo2conLoghi

“BeFree, cooperativa sociale contro tratta, violenze e discriminazioni” vi invita sabato 9 maggio alle 17:00 presso la “casa internazionale delle donne”, in via della Lungara 19 a Roma alla presentazione della riedizione a distanza di 10 anni di “Fare e disfare il genere” (“Undoing gender”) di J. Butler.

«La critica delle norme di genere deve essere situata nel contesto delle vite così come sono vissute, ed essere guidata dalla domanda di che cosa accresca le possibilità di una vita vivibile e di che cosa riduca le possibilità di una vita  intollerabile o, anzi, di una morte sociale o effettiva» (“Fare e disfare il genere”, pg.41)

Confrontandoci quotidianamente con la violenza di genere attraverso una prospettiva femminista e professionale siamo arrivate alla consapevolezza e all’ esigenza di affrontare questo complesso fenomeno con un approccio interdisciplinare. Riteniamo che oltre al lavoro di sostegno ai percorsi delle donne siano utili e necessarie riflessioni collettive sui meccanismi profondi che producono tale violenza.

Dona il tuo 5×1000 a Befree!

imagesCAS2QSHDIl tuo 5×1000 a Befree!

 

Una donna e i suoi bambini hanno tutto il diritto di abbandonare una situazione di violenza quando debbono e vogliono….

Una vittima di traffico di esseri umani a scopo di sfruttamento sessuale e/o lavorativo deve poter ricevere ogni beneficio previsto dalla legge, e non essere rinchiusa in un C.I.E. (Centro di Identificazione ed Espulsione)

Le ragazze e i ragazzi, i bambini e le bambine hanno diritto ad un’educazione basata sul valore della libertà, della cultura e del rispetto

E BEFREE FA QUESTO

Dà accoglienza, sostegno, consulenza e assistenza legale, psicologica, sociale, educativa alle donne che  vogliono rifondare la propria vita

Sostiene le persone che sono state gravemente sfruttate nei percorsi di reinserimento sociale qualificato, e collabora con i tribunali per punire i trafficanti e gli sfruttatori

Realizza interventi di formazione nelle scuole di ogni ordine e grado per affrontare i fenomeni del bullismo, intercettare elementi di disagio, disseminare valori di apertura, inclusione, accoglienza

Forma operatori sociosanitari e delle forze dell’ordine, operatrici antiviolenza, stakeholders di vari settori, promuove campagne ad ampio raggio rivolte a tutte e a tutti, sensibilizza le donne e gli uomini di tutte le età con eventi culturali, di spettacolo, di comunicazione…

AIUTACI A CONTINUARE A FARE TUTTO QUESTO E ANCORA PIU’ DI QUESTO

Il nostro codice fiscale è:

09390571009

scrivilo in questa sezione del tuo UNICO

 BE FREE TI RINGRAZIA!