XXD 16, CHE NON SIA L’ULTIMA


Pubblicata in www.xxdonne.net

l’ultima edizione di XXD – Rivista di varia donnità.

Il 16° numero inizia con un contributo che non avremmo voluto scrivere. Da Luglio xxd non sarà più disponibile gratis online. Nell’editoriale Non c’è bisogno di xxd? la redazione vi invita a sostenere la rivista prenotando uno o più abbonamenti sul sito di produzioni dal basso (http://www.produzionidalbasso.com/pdb_917.html). Se non raggiungiamo le 500 quote, xxd 16 sarà l’ultimo numero in formato stampabile, anche se “vada come vada, continueremo ad essere impegnate nel femminismo culturalmente e politicamente.

E per prenderla con ironia si parte con l’intervista di Alice nel paese delle femministe a Pat Carra, che racconta il suo lavoro politico dove le donne sono soggette di una narrazione irriverentemente femminista. Sex of humor è il suo ultimo lavoro, in uscita nelle librerie, recensito da Laura Mango.

Maria Daniela Basile, durante la conferenza nazionale sulla legalizzazione della prostituzione del 21 aprile a Roma, ha raccolto testimonianze dirette di sex worker e attiviste che chiedono diritti e legalità, denunciando il vicolo cieco in cui l’Italia tiene la questione rendendola invisibile.

Agnese Pignataro apre il dibattito sul pornanimalismo, indagando sulle relazioni tra sfruttamento animale e sessuale, a seguito di un forte dissenso del movimento animalista contro l’apertura da parte della Peta di un sito porno.

In Storie di vite rubate dallo Stato Natascia de Matteis e Stefania Doglioli hanno raccolto le testimonianze di operatrici di centri e sportelli antiviolenza, denunciando le conseguenze che i tagli ai fondi sociali avranno sulle vite delle donne.

In La caccia alle streghe non è mai finita, Stefania Doglioli fa una accurata riflessione di come un grave episodio di razzismo, l’incendio del campo rom della Continassa avvenuto a Torino lo scorso dicembre, sia stato mascherato da “difesa delle nostre donne”, con la complicità della stampa.

Marta Gallina ci racconta lo spirito e la grandezza di Harriet Taylor, una delle più influenti esponenti del primo femminismo, così come emerge nel testo di John Stuart Mill Sulla servitù delle donne.

E per le/gli appassionate/i non mancano le fantastiche rubriche: La Cruna dell’ago di Michele Poli, Postporno, questa volta scritto da Slavina, In Media Stat Virtus di Madame Corbeau, e infine la musica grazie alle Istantanee musicali di Lucy Van Pelt e Tweet invaders di donasonica.

Read & Enjoy

www.xxdonne.net

http://www.facebook.com/xxdonne

Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *