“Luna – Gli italiani, visti dalla luna” con Barbara Bovoli

Associazione culturale Teatro Per 
presenta 

LUNA

“GLI ITALIANI, VISTI DALLA LUNA”

Con BARBARA BOVOLI

dal 4 al 9 febbraio 2014

Teatro Ambra Alla Garbatella

Con il patrocinio di Be free e Casa Internazionale delle Donne

=====

Domenica 9 febbraio Be free cooperativa sarà presente allo spettacolo  partecipando  ad un dibattito sui temi della violenza alle donne, della tratta e della prostituzione e con un punto informativo all’interno del teatro stesso.

Per le spettatrici e gli spettatori che si prenotano a nome di Be free, il costo del biglietto è di 10 euro, di cui 5 devoluti a sostegno delle campagne e dei progetti della nostra cooperativa!

Le donne che amano il teatro e l’impegno sociale e che dal palcoscenico vogliono veder arrivare divertimento e provocazione non possono perdersi, Luna, la pièce teatrale costruita in forma di monologo dall’attrice e autrice, Barbara Bovoli.

(…c0ntinua…)

I temi affrontati durante lo spettacolo sono serissimi, l’immigrazione e lo sfruttamento delle donne extracomunitarie. Luna, per l’anagrafe Batuna, è una donna albanese che emigra in Italia dopo averla conosciuta attraverso un canale televisivo che trasmette nella sua Nazione. Arriva nel Belpaese su una carretta del mare in modo molto fortunoso. Inseguendo il sogno di un riscatto sociale e di un’affermazione personale, Luna finirà costretta a prostituirsi.

Il racconto di Luna è però ironico e graffiante, satirico, perfino. Un atto unico diretto dal regista Fausto Costantini che decide di accompagnare la vicenda con le musiche di Mina per regalare una rappresentazione varia che gioca tra l’erotismo, il drammatico e il faceto di un’Italietta di cui la televisione rischia di diventare uno specchio delle illusioni. Sullo sfondo il degrado e l’abbandono vissuto da una straniera emigrata in Italia in cerca di fortuna che ci vede come dalla luna.

http://www.teatroambra.it/spettacoli/luna/

Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *