Presentazione “Fare e disfare il genere”

“Fare e disfare il genere”.
Vulnerabilità, riconoscimento e possibilità in una prospettiva di trasformazione.

figuraSfondo2conLoghi

“BeFree, cooperativa sociale contro tratta, violenze e discriminazioni” vi invita sabato 9 maggio alle 17:00 presso la “casa internazionale delle donne”, in via della Lungara 19 a Roma alla presentazione della riedizione a distanza di 10 anni di “Fare e disfare il genere” (“Undoing gender”) di J. Butler.

«La critica delle norme di genere deve essere situata nel contesto delle vite così come sono vissute, ed essere guidata dalla domanda di che cosa accresca le possibilità di una vita vivibile e di che cosa riduca le possibilità di una vita  intollerabile o, anzi, di una morte sociale o effettiva» (“Fare e disfare il genere”, pg.41)

Confrontandoci quotidianamente con la violenza di genere attraverso una prospettiva femminista e professionale siamo arrivate alla consapevolezza e all’ esigenza di affrontare questo complesso fenomeno con un approccio interdisciplinare. Riteniamo che oltre al lavoro di sostegno ai percorsi delle donne siano utili e necessarie riflessioni collettive sui meccanismi profondi che producono tale violenza. I saggi contenuti in questo testo offrono strumenti preziosi di analisi e suggestioni assolutamente attuali: vulnerabilità, riconoscimento, pratiche di trasformazione, ripensare l’ambito del “possibile”.
Siamo felici quindi di avere l’occasione per discuterne insieme a Federico Zappino e Anna Simone.

 

Federico Zappino è studioso di filosofia politica.
Oltre al testo che presenterà in questo incontro ha tradotto e curato ‘Stanze private. Epistemologia e politica della sessualità’, di Eve Kosofsky Sedgwick (Roma, Carocci 2011); ‘La vita psichica del potere. Teorie del soggetto’, di Judith Butler (Milano, Mimesis 2013). Con Lorenzo Coccoli e Marco Tabacchini ha curato il volume ‘Genealogie del presente. Lessico politico per tempi interessanti’ (Milano, Mimesis 2014).

Anna Simone è una sociologa del diritto, della devianza e del mutamento sociale presso il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università degli studi di Roma 3, si è anche occupata a lungo di migrazioni e di centri di identificazione e di espulsione per i migranti. Ha scritto e scrive su varie testate e riviste. Tra i suoi libri: ‘Divenire sans papier. Socioantropologia dei dissensi metropolitani’ (Milano, Mimesis 2002); ‘Il Lessico di biopolitica’ (Roma, manifestolibri 2006); ‘I corpi del reato. Sessualità e sicurezza nelle società del rischio’ (Milano, Mimesis 2010); ‘Sessismo Democratico. L’uso strumentale delle donne nel neoliberismo’ (Milano, Mimesis 2012); ‘Suicidi. Studio sulla condizione umana nella crisi’ (Milano, Mimesis 2014); ‘I talenti delle donne. L’intelligenza femminile al lavoro’ (Torino, Einaudi 2014).
*Saranno disponibili alcune copie del volume

FeD1 FeD4

Questa voce è stata pubblicata in eventi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *