Sportello Donna San Camillo-Forlanini

 

           

 “Sportello Donna” H24

contro la violenza sessuale e domestica nel Pronto Soccorso Generale dell’Azienda Ospedaliera San Camillo.

“Sportello Donna” è un progetto pilota ospitato all’interno del triage del San Camillo e promosso dalla cooperativa “Be Free”.
E’ un servizio di accoglienza e assistenza per le vittime di violenza intrafamiliare o di tratta di esseri umani a scopo di sfruttamento sessuale e/o lavorativo, che adotta metodologie specialistiche e modalità di relazione personalizzate, non giudicanti e non stereotipate.
La violenza contro le donne è un gravissimo crimine che lede i diritti umani fondamentali.
Le strutture pubbliche e la società civile tutta debbono farsene carico!

Per contattare lo sportello:
Scrivici oppure chiama lo 06 58 70 32 16

8 risposte a Sportello Donna San Camillo-Forlanini

  1. valerio scrive:

    io odio la violenza sulle donne e non solo, ma anche su ogni essere vivente. Bisogna rispettare tutte le persone.

  2. Rossella Muoio scrive:

    Sono una Psicologa Clinica e sono venuta a conoscenza delle attività svolte dalla cooperativa attraverso il servizio offerto presso il S. Camillo-Forlanini.
    Buon lavoro.

    Saluti.
    Rossella Muoio

  3. Pingback: Violenza sulle donne, la rivoluzione? “Parte da procedure d’intervento comuni” - Il Fatto Quotidiano

  4. Pingback: Violenza sulle donne, la rivoluzione? “Parte da procedure d’intervento comuni” | Hellò Magazine

  5. Pingback: Violenza sulle donne, la rivoluzione? “Parte da procedure d’intervento comuni” » Rovagnate a 5 Stelle

  6. daniela sabbatini scrive:

    La loro attività fatta con serietà e competenza ti fa sentire compresa e protetta anche più che con altri canali ufficiali
    Grazie
    Daniela Sabbatini

    • Anna scrive:

      Grazie Daniela per il tuo intervento. Spero che sempre più donne, anche grazie alla tua testimonianza, vengano a conoscenza di servizi come il nostro e trovino il coraggio di iniziare un percorso che le porti lontano dalla situazione di violenza che stanno subendo.
      Ti abbraccio
      Anna

Rispondi a Rossella Muoio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *