Be Free contro la tratta

Be free è parte del Progetto “P.R.A.L. 4 – Piano Regionale Antitratta Lazio ”, che ha come capofila la Regione Lazio, nell’ ambito del Bando 4/2021 “Programma unico di emersione, assistenza ed integrazione sociale a favore degli stranieri e dei cittadini di cui al comma 6 bis dell’art. 18 del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, alle vittime dei reati previsti dagli articoli 600 e 601 del codice penale, o che versano nelle ipotesi di cui al comma 1 del medesimo articolo 18”, finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
All’interno del suddetto progetto, che vede un partenariato con diversi Enti antitratta del territorio regionale, con capofila la cooperativa Parsec , Be free ha diversi compiti:

– Svolge attività di emersione delle storie di tratta e sfruttamento sessuale, quando queste ultime sono ancora “indicibili”, “invisibili”, sommerse. Lo fa presso il CPR PONTE GALERIA, con uno sportello
psico-sociale e legale a favore delle donne trattenute e su segnalazione di CAS, SAI, Enti del privato sociale, Commissioni territoriali, Tribunali, ecc., presso gli uffici della cooperativa o nelle sedi più diverse, a seconda delle necessità delle donne da incontrare, e delle acrobazie quotidiane a cui siamo sottoposte, nostro malgrado, noi operatrici.

– gestisce inoltre una casa di fuga a indirizzo segreto nel territorio regionale, per 5 donne sopravvissute alla tratta.
-Si occupa della formazione di operatrici e operatori di centri d’accoglienza e associazioni diffusi su tutto il territorio nazionale
-Offre consulenza legale e supporto processuale attraverso il proprio Uffico legale, costituito da Avvocate specializzate nei fenomeni della violenza di genere, con particolare riferimento alla tratta di esseri umani a scopo di sfruttamento sessuale.